Editoriale

Carissimi soci,

dopo un ultra ventennale esperienza come Consigliere e Segretario del nostro CRAL il Consiglio Direttivo, prendendo atto delle dimissioni di Rita Fanfoni, ha deliberato, nel marzo scorso, di attribuire a me le funzioni di Presidente.

Incarico impegnativo che ho accettato con una certa preoccupazione, sapendo però di poter contare sull’esperienza, sulle conoscenze e sulla memoria storica di Rita che ha ricoperto questo incarico per circa 30 anni. Una vita! Quindi permettetemi di ringraziare prima di tutto lei che continua ad essere, per il nostro Circolo, un importante punto di riferimento.

All’inizio dello scorso anno la Presidente vi aveva comunicato, informazione da me ribadita anche in occasione dell’Assemblea, che eravamo in attesa della decisione del Comune in ordine al rinnovo della convenzione trentennale del Circolo scaduta nel 2017.

Essendo la facoltà di rinnovo espressamente prevista dalla convenzione ed avendo la Presidente Fanfoni provveduto nei corretti termini ad  inoltrare tale richiesta, contavamo su una risposta positiva che invece non è arrivata. Infatti dopo vari contatti ed incontri con gli Uffici e gli Organi politici competenti ci è stato comunicato che, per la riassegnazione dell’immobile e delle sue pertinenze, l’Amministrazione comunale intende indire una procedura di gara.

Dall’area già di nostra competenza sono stati scorporati i campi da calcio, per i quali è stata indetta la gara, fondamentalmente rivolta a società sportive, che è stata vinta lo scorso luglio dalla U.S. Astra.

Attendiamo ora l’uscita del bando relativo alla parte residua che comprende il fabbricato dove ha sede il Circolo e tutte le pertinenze circostanti: parco giochi pubblico per bambini, campo da tennis, campo da calcetto e campo da beach volley. Se le condizioni richieste dal bando saranno per noi sostenibili parteciperemo. Lo faremo, se potremo, anche e soprattutto per rispetto di chi ha voluto e fondato questa nostra bellissima realtà, per chi ci ha lavorato con disinteressata passione oltre 30 anni – grazie di cuore a tutti – per le ingenti risorse economiche, soldi dei soci, che ci abbiamo investito.

Ma, cari soci, ora come non mai c’è bisogno di voi, della vostra presenza e del vostro impegno. Nella prossima primavera ci saranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo ed è il momento giusto per dimostrare non a parole ma con i fatti che “ci teniamo”Se riusciremo a mantenere il nostro Circolo avremo bisogno di una bella squadra.

Chiedo quindi a chi frequenta abitualmente e ha un po’ di tempo da spendere, idee nuove da proporre e voglia di aiutare, di rendersi disponibile e magari di candidarsi. Parlatene, se volete, con me.

Un grande ringraziamento devo infine indirizzarlo ai colleghi del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori, con particolare riferimento al preziosissimo gruppo che, in Ospedale, tiene aperta la Segreteria per 5 giorni alla settimana organizzando iniziative a favore dei soci, fornendo loro servizi e gestendo le non poche e non semplici incombenze amministrative.

Chiudo questo ormai troppo lungo messaggio, ma di fare il punto c’era bisogno, augurando a voi e ai vostri cari che il 2019 sia, per tutti, il migliore anno possibile.

Lo auguriamo, insieme e con forza, anche al nostro Circolo.

Il Presidente PATRIZIA MONTEVERDI